News

12 dicembre 2018

 

  • Tra meno di un mese apriranno le iscrizioni alla 24^ edizione del Sellaronda Skimarathon.
  • Il Live sarà anche in lingua inglese
  • Il 22 marzo 2019 riusciranno i topskiers a scendere sotto al muro delle 3 ore?

Il Gruppo del Sella, teatro naturale di incredibile bellezza come ogni anno a fine marzo ospiterà gli scialpinisti del Sellaronda Skimarathon. Il 22 marzo 2019 da Selva di Val Gardena partirà la 24^ edizione di quella che è considerata la gara di scialpinismo in notturna più famosa al mondo. La gara a squadre che si corre di notte, illuminati dalle lampade frontali, ha un tracciato di 42 chilometri con 2700 metri di dislivello positivo e si sviluppa nel consorzio sciistico più grande al mondo del Dolomiti Superski e percorre le famose piste che abbracciano il gruppo del Sella.

I Sellarondisti dopo la partenza data in centro al paese di Selva saliranno i primi due passi, il Gardena e il Campolongo illuminati dagli ultimi raggi di sole, mentre il Passo Pordoi e il Passo Sella saranno illuminati da più di un migliaio di lampade frontali.

Le iscrizioni, che nelle passate edizioni si sono chiuse in meno di un’ora registrando il tutto esaurito, per le squadre italiane si apriranno il 3 gennaio del prossimo anno, mentre i team stranieri potranno registrarsi dal 10 gennaio.
I pettorali disponibili saranno 300 per i nazionali, 250 per gli internazionali e 100 riservati per l’organizzazione. Il numero massimo rimane di 650 team. In Val Gardena arriveranno squadre provenienti da tutte le nazioni europee oltre all'Italia, arriveranno dall’Austria, dalla Germania, dalla Svizzera, dalla Slovenia, dalla Polonia, dalla Spagna, dalla Svezia, dalla Danimarca, dalla Slovacchia, dalla Scozia e dalla Gran Bretagna.
Non mancheranno gli appassionati americani e canadesi che in questi ultimi anni si sono molto avvicinati al Sellaronda.

«Con la partenza da Selva di Val Gardena - racconta Oswald Santin - potremo vivere la gara perfetta!»
«Oltre al record della gara, sia maschile sia femminile, - ha continuato la guida alpina Santin - c’è la possibilità, che con un tracciato così veloce, si possa scendere sotto al muro delle 3 ore, è da molto tempo che lo dico, e spero che il 2019 sia l’anno buono».

«Per la prossima edizione - ha concluso il coordinatore del Sellaronda Skimarathon - stiamo iniziando a lavorare per migliorare ulteriormente alcuni aspetti.
Per quanto riguarda la diretta streaming ci sarà in simultanea un live in lingua inglese, in questo modo la gara potrà essere seguita anche dagli appassionati stranieri.
Inoltre abbiamo cambiato marcia anche sulle piattaforme Social come Facebook e abbiamo da poco aperto il profilo Instagram.
Puntiamo molto anche sulla chat “Pelle Veloce” all’interno del nostro sito www.sellaronda.it, un luogo virtuale dove confrontarsi e soprattutto avere tutte le risposte inerenti alla nostra gara».

 

Indice news

 

Sponsor Sellaronda Skimarathon